• 06 50.51.24.98
  • lun-ven 7.30/18.00

Cosa chiedere a un nido

La scelta dell’asilo nido, per molti genitori, può diventare un pellegrinaggio tra strutture e informazioni che il più delle volte aiutano solo a confondere maggiormente le idee.

Ma su quali canoni occorre basare la scelta? Quali requisiti deve avere un asilo nido oltre quelli di apparire bello e accogliente?

Cercheremo di dare delle indicazioni generali di requisiti indispensabili per una buona organizzazione di asilo nido.

Autorizzazione

Ogni asilo nido, ludoteca o altra attività per l’accoglienza dei bambini deve essere autorizzata dal Comune di appartenenza. Questa rappresenta già una garanzia sulla struttura adibita ad asilo nido: regolarità dei locali, loro areazione e ventilazione, impiantistica a norma, ecc.

Sezioni

I bambini devono essere divisi per sezione (lattanti, semidivezzi e divezzi, oppure piccoli, medi e grandi), durante le attività quotidiane. Possono giocare tutti insieme solo per brevi periodi.

Cucina

Rispetto al catering, la possibilità di usufruire della cucina interna all’asilo costituisce una sicurezza nell’igiene della preparazione degli alimenti e della loro somministrazione, nonché la possibilità di sostituire o aggiungere un pasto nell’arco di breve tempo. La legge italiana prevede (in base alla legge 155) che tutte le attività legate alla manipolazione, lavorazione e somministrazione degli alimenti, posseggano un sistema di autocontrollo relativo alle norme igieniche (HACCP).

Rapporto insegnanti/bambini

Il rapporto legale da mantenere nell’asilo nido è di una insegnante su 6-9 bambini, tale rapporto deve essere mantenuto durante tutto il periodo dell’attività di nido.

Pediatra

La figura del pediatra non è opzionale ma obbligatoria per un nido. Deve essere presente due o tre volte a settimana.

Psicologo

Diversamente dal pediatra, lo psicologo dello sviluppo non rientra nelle figure obbligatorie all’interno dell’asilo nido, avere un consulente esterno sul quale contare nel momento di bisogno, sia da parte delle insegnanti che delle mamme, rappresenta un punto a favore per il nido.

Attività

Oltre l’accudimento e l’assistenza, un nido deve provvedere a stimolare nei bambini lo sviluppo cognitivo, sociale, affettivo, ecc. Il team deve organizzare delle attività, distinte per sezione e quindi per esigenza di livello di sviluppo, mirate al raggiungimento di obiettivi specifici. Non basta più sostenere che un bambino in età di nido deve solo giocare, occorre che il gioco diventi uno strumento, organizzato in percorsi didattici, per affrontare esperienze sempre nuove, sulle quali elaborare nuovi apprendimenti.

Incontri

Un buon asilo nido provvede anche, con incontri periodici, a far partecipare i genitori ai progressi dei loro figli e a tarare il sistema organizzativo sulle esigenze di bambini e genitori.

Contatti

Follow Us

Powered by promuoviweb.net